I nostri Candidati all’Uninominale. Sergio Blasi.

Il Salento è un territorio che nutre grandi ambizioni ma che vive profonde contraddizioni: abbiamo il dovere di individuare obiettivi chiari per risolvere le criticità attuali e aprire la strada alle opportunità. Prima di tutto, l’onestà di non raccontare chiacchiere, di non fare promesse impossibili da mantenere, di non fomentare le paure, di cementare il senso di comunità.

Uno dei parametri che indicano il livello di civiltà di un territorio sia l’efficienza dei suoi trasporti pubblici. In questo senso il disastro accertato delle Ferrovie Sud-Est è emblematico di una sconfitta che ci riguarda tutti. Ma, al contempo, segna un punto di non ritorno che ci serve come monito e dal quale non si può che risalire.
Il passaggio di Fse a Ferrovie dello Stato e i 130 milioni di investimento già individuati per l’elettrificazione della rete, avvicinano oggi il grande progetto di una metropolitana di superficie per il Salento. Un progetto che sta a cuore a tutti e che abbiamo il dovere di portare a termine così come l’alta velocità lungo la dorsale adriatica, un collegamento su rotaia tra la stazione di Lecce e l’aeroporto di Brindisi (come avviene in tutti i posti civili del mondo), la messa in sicurezza della Statale 275.
C’è poi il lavoro. Su questo la strada è stata tracciata dal governo uscente grazie al Decreto Sud, che prevede un finanziamento fino a 1,2 miliardi per i nuovi giovani imprenditori under 35, con la misura “Resto al Sud” e 50 milioni per favorire gli imprenditori agricoli under 40.
Connaturata al tema dell’occupazione è la riconversione in chiave ambientale dei modelli di sviluppo economici e produttivi. Ciò significa lavorare sulla costruzione di un nuovo paradigma per l’ambiente, che non va più solo difeso ma anche, e soprattutto, promosso. Significa riempire di significato nuovo la parola “sinistra”, significa creare sviluppo e ricchezza, significa edificare modelli di crescita più equi e più umani.
Mettere al centro una nuova idea di ambiente e ambientalismo significa costruire politiche per la pace, significa favorire inclusione sociale e nuova occupazione. Insomma, tutto quello che la parola “sinistra”, oggi, ha il dovere di significare e rappresentare.
Sergio Blasi

Lascia un commento